giovedì 4 ottobre 2018

Goblin, il corpo celeste più lontano del Sistema Solare

Scoperto il corpo celeste più distante mai avvistato nel Sistema Solare. La sua sigla è 2015 TG387, ma è stato chiamato Goblin: ha un diametro di circa 300 chilometri e impiega 40.000 anni per compiere la sua orbita intorno al Sole. E' stato visto per caso, mentre si dava la caccia all'inafferrabile Pianeta X, o Pianeta 9. La scoperta, pubblicata sull'Astronomical journal, risale al 2015 ed è stata confermata e annunciata oggi dal Centro per i pianeti minori dell'Unione Astronomica Internazionale (Iau).

L'orbita straordinariamente allungata di Goblin sembrerebbe confermare la presenza del Pianeta X, secondo i ricercatori Scott Sheppard della Carnegie Institution for Science, Chad Trujillo della Northern Arizona University e David Tholen dell'università delle Hawaii, il gruppo che ormai guida la caccia a questo elusivo pianeta. Il corpo celeste si trova a circa 80 volte la distanza tra la Terra e il Sole o unità astronomiche (Plutone si trova a 34). Pur non avendo il record del perielio più distante (cioè il punto di minima distanza dal Sole), che spetta ad altri due corpi celesti della nube di Oort (2012 VP113 e Sedna), Goblin è quello che viaggia più lontano. Il suo punto di massima distanza dal Sole, o afelio, è di 2.300 unità astronomiche, mentre quello di Sedna è di 937.

Vista la loro enorme distanza, questi corpi celesti non interagiscono a livello di gravità con i pianeti giganti come Nettuno o Giove. Secondo gli astronomi, Goblin rappresenterebbe la conferma dell'esistenza di un corpo massiccio, con una massa dieci volte superiore a quella della Terra, che 'strattona' con la sua immensa gravità le orbite di questi corpi celesti così lontani.

.

Nessun commento :

Posta un commento