mercoledì 25 aprile 2018

Alfie, genitori annunciano nuovo ricorso per portarlo in Italia

I genitori di Alfie Evans hanno annunciato un nuovo ricorso in appello contro la decisione di ieri del giudice dell'Alta corte britannica Anthony Hayden di dire 'no' al trasferimento del piccolo da Liverpool a un ospedale italiano. L'appuntamento è per oggi pomeriggio. Papà Tom fa intanto sapere che il bimbo "continua a lottare" e ora respira bene malgrado il distacco dalla ventilazione assistita, mentre conferma che ieri notte lui e mamma Kate hanno dovuto praticargli inizialmente anche la respirazione bocca a bocca. 

Alfie "è stato tenuto senza nutrizione per 23 ore. Come questo può essere umano? Dove è la sua dignità?". E' quanto scrive in un post il padre del bambino, Thomas Evans. Nel post Evans afferma anche come dopo circa 24 ore dal distacco dei macchinari, Alfie stia continuando a lottare per vivere. 

Il giudice dell'Alta Corte britannica Anthony Hayden ha chiesto ai medici dell'ospedale Alder Hey di Liverpool di valutare se consentire che Alfie Evans venga riportato a casa dal padre e dalla madre, mentre non ha fatto alcuna apertura su un trasferimento in Italia. Lo riferiscono reporter britannici presenti all'udienza di oggi a Manchester citati dal Liverpool Echo. Ora s'attende la risposta dell'ospedale. Il giudice ha inoltre criticato alcune persone vicine ai genitori accusandole di dare "false speranze".

Il giudice d'appello dell'Alta Corte britannica Anthony Hayden, firmatario nei giorni scorsi del verdetto di via libera a staccare la spina al piccolo Alfie Evans, aveva fissato per oggi pomeriggio una nuova, inattesa udienza sulla base degli ultimi sviluppi di queste ore. In precedenza i genitori di Alfie Evans avevano rilanciato la richiesta di trasferimento da Liverpool a un ospedale italiano, alla luce della capacità di respirazione autonoma mostrata dopo il distacco dai macchinari. 

.

Nessun commento :

Posta un commento