martedì 27 marzo 2018

Il mondo espelle 100 diplomatici russi

Guerra di spie, raffica di espulsioni tra Usa ed Europa. Sono oltre un centinaio i diplomatici russi dei quali è stata ordinata l'espulsione da 15 Paesi europei, Canada e Stati Uniti. Secondo quanto annunciato dall'amministrazione americana, 60 diplomatici russi, di cui 12 all'Onu e 48 all'ambasciata, saranno espulsi dagli Stati Uniti, quattro dal Canada, tredici dall'Ucraina. Sono 31 in totale quelli per cui è stata decisa l'espulsione da 14 Paesi Ue. A questi si aggiungono i 23 già espulsi la scorsa settimana dal Regno Unito.

Le sanzioni nei confronti di Mosca per rispondere alla sfida, lanciata con gas nervino contro l'ex spia russa Serghei Skripal a Salisbury in Gran Bretagna. "La Russia non può violare le regole internazionali impunemente" twitta il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson. "L'atto non amichevole da parte di questo gruppo di paesi non rimarrà senza risposta. Reagiremo", scrive il ministero degli Esteri russo annunciando una replica "equivalente e adeguata".

L'Italia espelle due diplomatici russi in relazione al caso Skripal. A seguito delle conclusioni adottate dal Consiglio europeo del 22 e 23 marzo scorso, in segno di solidarietà con il Regno Unito e in coordinamento con partner europei e alleati Nato, il ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale, si legge in una nota, ha notificato oggi la decisione di espellere dal territorio italiano entro una settimana due funzionari dell'ambasciata della Federazione russa a Roma accreditati in lista diplomatica.

.

Nessun commento :

Posta un commento