giovedì 3 agosto 2017

La nave Iuventa ha favorito l’immigrazione clandestina

Sono tre gli episodi specifici che hanno portato gli investigatori a chiedere, e ottenere, il sequestro della nave Iuventa appartenente alla Ong tedesca “Jugend Rettet” bloccata nella notte a largo di Lampedusa, per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. 

Lo ha spiegato il procuratore aggiunto di Trapani, Ambrogio Cartosio, nel corso della conferenza stampa tenuta nel pomeriggio durante la quale ha chiarito che non c’entra con il fermo il fatto che la Ong non abbia voluto firmare il protocollo deciso dal Governo italiano. 

In tre occasioni il trasbordo dei migranti sarebbe avvenuto senza che ci fosse pericolo imminente con condotte che “alla luce della legislazione italiana, integrano il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. 

I fatti documentati risalgono al 18 e 26 giugno 2017 e al 10 settembre 2016. Tuttavia, ha chiarito il Pm di Trapani, “altri episodi ci inducono a ritenere che si tratti di comportamenti abituali”. Sotto la lente l’equipaggio della nave, anche se “allo stato non ci sono indagati” e non sono emersi elementi sul coinvolgimento dei responsabili dell’ong, ma gli investigatori hanno documentato incontri e intese tra i trafficanti di migranti e membri dell’equipaggio.

.

Nessun commento :

Posta un commento