lunedì 31 luglio 2017

Venezuela, sangue sul voto: "13 morti".

E' di almeno 13 morti il bilancio della repressione in Venezuela nel giorno del voto per la contestata Assemblea costituente voluta da Maduro, portando a oltre 120 le vittime da aprile. E' quanto riferiscono diversi media e osservatori internazionali. I dati ufficiali parlano di un'affluenza del 41,5%, mentre l'opposizione di una astensione dell'87%. Aumentano intanto i Paesi americani che non riconosceranno l'esito dello scrutinio: Messico, Colombia, Perù e Argentina; il Cile parla di voto "illegittimo"; gli Usa condannano le violenze.

La Commissione nazionale Elettorale del Venezuela ha annunciato che hanno partecipato al voto per elezione della Assemblea nazionale Costituente, oltre 8 milioni di persone. Ma l'opposizione, che non ha partecipato al voto, sostiene che i dati contraffatti e ha sostenuto che solo il 12% del elettorato, poco più di 2 milioni di persone, si sono recati alle urne.

Intanto il presidente Nicolas Maduro, che ha fortemente voluto l'Assemblea Costituente che dovrà cambiare la Costituzione, esulta e parla di "voto più importante mai tenuto nei 18 anni di storia della rivoluzione".

.

Nessun commento :

Posta un commento