mercoledì 26 settembre 2018

Bimba canta inno americano e incanta Ibrahimovic

"Mvp of the game", migliore giocatrice della partita: cosi' Zlatan Ibrahimovic si è complimentato su Twitter con Emma Malea, una bambina di origini asiatiche di 7 anni che ha cantato l'inno degli Stati Uniti prima del match fra i Los Angeles Galaxy e i Seattle Sounders, stregando spettatori e giocatori per con la sua voce da popstar e la sua precoce personalità artistica. 

"Da vedere: Emma Malea, di 7 anni, si esibisce in una delle migliori performance dell'inno nazionale nella storia dello StubHubCenter", ha cinquettato ancora la stella svedese dei Galaxy. Per lei una selva di applausi. Quelli più lunghi sono stati proprio di Ibrahimovic.


.

"Predatore sessuale", da 3 a 10 anni di prigione per Bill Cosby

Bill Cosby esce dall'aula di tribunale in manette. La sentenza decisa per l'attore 81enne da un tribunale della Pennsylvania e' dai tre ai 10 anni in una prigione statale. L'ex 'papa' buono' della tv Usa era stato condannato nei mesi scorsi per aggressione sessuale nel 2004 nei confronti di Andrea Constand, una ex dipendente della Temple University. E quella di oggi e' la prima sentenza penale in un caso di molestie nell'era del #metoo, ma anche il punto piu' profondo di una spirale che ha inghiottito l'attore un tempo venerato per la sua comicità lieve, poi travolto da accusa su accusa.
    
Aprendo l'udienza oggi in aula a Norristown, il giudice Steven O'Neill aveva descritto Cosby quale "violento predatore sessuale", la prima indicazione che il caso volgeva verso l'epilogo piu' duro, con l'accusa che aveva chiesto una condanna dai cinque ai 10 anni dietro le sbarre mentre la difesa puntava agli arresti domiciliari. Nemmeno l'eta' del condannato -81 anni- sembra cosi' aver alleviato la sentenza. "Nessuno e' sopra la legge", ha affermato il giudice O'Neill nel pronunciare la sentenza, e' il momento "di fare giustizia" ha aggiunto, negando anche la possibilita' di cauzione per l'attore del 'The Cosby show' (I Robinson) e imponendo una multa di 25mila dollari.

.

venerdì 21 settembre 2018

Mancano oltre 1000 medici nei Pronto Soccorso

Nei Pronto soccorso italiani oggi mancano più di mille medici e sono oltre 4 milioni l'anno le visite mediche che gli attuali organici effettuano in sovraccarico rispetto agli standard nazionali. Il dato allarmante emerge da una raccolta dati promossa dalla Società italiana della Medicina di emergenza-urgenza (Simeu) su un campione di circa 110 strutture di emergenza che rappresentano 6 milioni di accessi, circa un terzo del totale nazionale. I dati sono stati presentati durante l'Accademia dei Direttori 2018, a Bologna.

I medici a tempo indeterminato nei Pronto soccorso, spiega la Simeu, sono 5.800 mentre, in base alle piante organiche delle aziende sanitarie, ne servirebbero oltre 8.300; i precari sono circa 1.500. Dunque, denuncia la Società scientifica, "mancano del tutto all'appello più di mille medici di Pronto soccorso".

"E' una situazione di grave sofferenza del servizio pubblico che mette in serio pericolo la qualità delle cure ai cittadini ed è necessario trovare subito una soluzione", afferma Francesco Rocco Pugliese, presidente Simeu. 

.

giovedì 20 settembre 2018

Champions League, Valencia-Juventus 0-2: Pjanic due su rigore



.

Scuola senza fondamenta a Sperlonga

Una nuova ala di una scuola costruita senza fondamenta per risparmiare sui costi dei lavori per un appalto vinto con un'offerta a ribasso. Lo hanno accertato i carabinieri del comando provinciale di Latina nell'ambito della seconda parte dell'inchiesta Tiberio, che a gennaio 2017 aveva già portato all'arresto di 10 persone tra cui il sindaco di Sperlonga Armando Cusani, oggi in libertà e tornato a ricoprire la carica di primo cittadino. 

Oggi due imprenditori di Formia sono stati arrestati per corruzione, turbata libertà degli incanti, frode in pubbliche forniture e truffa. Pietro e Francesco Ruggeri, della ditta Dr costruzioni avevano ottenuto l'appalto per la realizzazione di una nuova ala del plesso scolastico Alfredo Aspri di Sperlonga e per l'ampliamento della palestra del Liceo Enrico Fermi di Gaeta. 

Anche quest'ultimo cantiere è stato posto sotto sequestro.

.

mercoledì 19 settembre 2018

Fs: da maggio i nuovi treni per i pendolari, 6 mld di investimento

Dopo la sfida dell'Alta velocità, le Ferrovie dello Stato spostano la barra sul trasporto regionale con un investimento di circa 6 miliardi di euro per oltre 600 nuovi treni entro il 2023 per i pendolari italiani. I nuovi treni, il treno 'Rock' realizzato da Hitachi Rail e 'Pop' realizzato da Alstom, sono stati svelati in anteprima mondiale a Innotrans 2018, la Fiera internazionale dedicata al trasporto ferroviario, alla presenza del ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli.

"Finalmente una buona notizia per i pendolari italiani", ha detto il ministro Toninelli, spiegando di essere "molto contento della sinergia che si è creata tra il Ministero e i nuovi vertici del Gruppo Fs e apprezzo la centralità data ai pendolari nella nuova mission. Con l'arrivo dei nuovi convogli Rock e Pop sarà potenziato il trasporto regionale su ferro e maggiore sicurezza e comfort sarà data a chi ogni mattina, per muoversi, sceglie un mezzo pulito e condiviso come il treno. Bisogna lavorare ancora molto sull'assistenza e sull'attenzione ai pendolari italiani, le società operative del Gruppo FS Italiane sono già attive su questo".

I nuovi treni, ha sottolineato Battisti hanno inoltre come elemento caratterizzante "l'italianità": saranno realizzati infatti negli stabilimenti italiani di Alstom e Hitachi. "Gli investimenti effettuati nei nostri tre stabilimenti di Napoli, Pistoia e Reggio Calabria e la competenza delle persone che vi lavorano hanno rafforzato la nostra posizione nel mercato italiano, per noi strategico, e in quello globale", ha detto l'a.d. del Gruppo Hitachi Rail Alistair Dormer. 

"Questo è un riconoscimento importante della nostra lunga esperienza nei treni regionali", ha detto il Presidente e a.d.  del Gruppo Alstom Henri Poupart-Lafarge, dicendosi certo che "Pop soddisferà le esigenze di Trenitalia in termini di prestazioni, riduzione dei consumi e impatto ambientale, senza dimenticare gli elevati standard richiesti dalle Regioni e dai passeggeri".

.